The e-magazine for KNX home & building control

Retrofitting di KNX: come fa la tecnologia a radiofrequenza ad offrire una soluzione affidabile e flessibile

Simon Buddle esamina vari prodotti KNX RF e come questi rendano semplice il retrofit di KNX dove i cavi non possono arrivare.

Fin dal mio primo lavoro, lo spettro elettromagnetico ha sempre fatto parte della mia vita lavorativa. Quel primo lavoro, volantinaggio, come per tanti bambini degli anni Settanta, rappresentava il primo passo verso l’indipendenza. I soldi guadagnati alimentavano la mia abitudine al vinile. Ogni sabato mattina mi trovavo fuori dal negozio di dischi, con i miei sudati soldi, in attesa che aprisse. Oggi la musica, e quasi tutta la musica mai prodotta, è disponibile con la semplice pressione di un tasto. Bastano pochi tap su Spotify o YouTube per ascoltare ore e ore di musica di tutti i generi, nuova, vecchia, oscura e talvolta semplicemente strana.

Lo spettro elettromagnetico (fonte immagine: Wikipedia).

A 13 anni, avevo una sola fonte di musica; una piccola radio AM che avevo legato col nastro adesivo alla mia bicicletta. La scelta si limitava a tre stazioni; radio Caroline, Radio 1, oppure radio Luxemburg, due delle quali trasmettevano di giorno. A distanza di sei anni da quel momento, sto installando stazioni di ritrasmissione automatica sulle cime delle montagne come ripetitori per le comunicazioni militari. Le radio HF, VHF e UHF fanno parte della mia vita quotidiana. E negli ultimi 25 anni mi sono dedicato a TV, satellite, Wi-Fi, Bluetooth e luce visibile.

Ora, è vero che ogni volta che mi viene chiesto di parlare di comunicazioni wireless, rispondo sempre “Installate un cavo se potete”. Ma a volte non è possibile, o semplicemente la tecnologia non ha la possibilità di essere cablata.

Sviluppi KNX RF

Negli ultimi due anni sono stati compiuti alcuni passi significativi con KNX RF. Per me, l’aggiunta della nuova funzione di accoppiatore di segmenti è forse la più importante. Con l’ETS6, è possibile inserire semplicemente un accoppiatore RF sul cavo bus e iniziare ad aggiungere dispositivi RF, mentre prima era necessaria una linea dedicata. Ci libera dai vincoli topologici che in precedenza lo avrebbero impedito. In termini pratici, ciò significa che abbiamo una carta “salvavita” se dobbiamo aggiungere altri dispositivi dove non abbiamo un cavo bus. Gira, Jung, Theben, ise e Weinzierl sono tra le aziende che producono questi nuovi accoppiatori multimediali, quindi la scelta è ampia.

L’accoppiatore multimediale Theben TP-RF KNX è un esempio di accoppiatore multimediale che supporta la segmentazione delle linee in ETS 6 e consente il semplice retrofit di sistemi esistenti basati su cavi con componenti RF.

L’anno scorso un cliente ha chiesto di aggiungere dei nuovi proiettori esterni al suo giardino. L’elettricista ha preso la corrente da una presa a 230V e ha forato la parete del primo piano. Il problema era che non avevamo un cavo dell’autobus nelle vicinanze. Fortunatamente siamo riusciti a risolvere il problema aggiungendo un accoppiatore multimediale Theben TP-RF KNX alla scatola posteriore della tastiera più vicina. L’aggiunta di alcuni attuatori di commutazione monocanale Dinuy RF ha completato la soluzione.

L’attuatore di commutazione KNX RF monocanale Dinuy MI KNX 001.

Retrofit

È vero che il più grande mercato a cui abbiamo accesso è il parco immobiliare esistente. Allo stesso modo, è anche vero che questo mercato è forse il più difficile da servire. A differenza della Germania, dove le pareti delle case vengono spesso riempite d icanaline per consentire l’installazione di nuovi cavi, la tipica casa britannica, una volta costruita, diventa altamente resistente all’aggiunta di nuovi cavi. L’aiuto è comunque a portata di mano: alcuni produttori producono ora gamme di prodotti in grado di funzionare in armonia con KNX e RF.

I trasmettitori a parete KNX RF della famiglia Jung F40 e F50 sono progettati per aggiornare o ampliare i sistemi KNX esistenti. Possono essere applicati all’intonaco, al legno o al vetro e l’indirizzamento, la parametrizzazione e la diagnosi vengono eseguiti utilizzando la chiavetta USB wireless KNX o, in opzione, attraverso l’interfaccia dati USB KNX. Il bus KNX è collegato al sistema wireless mediante l’accoppiatore multimediale JUNG.

Soluzioni Complete

Ad esempio, il sistema Theben LuxorLiving comprende molti degli attuatori KNX tradizionali, ma soprattutto dispone di una serie di opzioni RF, tra cui dimmerazione RF, commutazione, controllo delle tende, riscaldamento e persino DALI unidirezionale. Se a questo si aggiungono i tastierini Jung o Gira RF, si ottiene una soluzione completa che, se non è completamente RF, è molto vicina. Questo fornisce ora agli installatori KNX il più grande set di strumenti per il mercato del retrofit.

Il J1 S RF, che fa parte della gamma di prodotti LUXORliving di Theben, è un attuatore wireless a una via per il controllo di azionamenti per tende, tende a rullo, dispositivi di protezione dal sole e dalla vista, lucernari e sportelli di ventilazione, con comunicazioni sicure.

Il set di prodotti Gira KNX RF è in grado di gestire luci, tapparelle, riscaldamento e una serie di altri dispositivi tramite radiofrequenza.

Le unità di comando Gira KNX RF possono essere inserite negli inserti Gira System 3000, mentre il sensore a pulsante KNX RF a batteria può essere montato su pareti prive di linea elettrica. Per il funzionamento è possibile utilizzare anche un trasmettitore portatile KNX RF. Il sistema KNX RF viene messo in funzione in modalità wireless da un computer portatile utilizzando ETS tramite l’interfaccia dati KNX RF (chiavetta USB).

Negli ultimi due anni sono stati immessi sul mercato molti nuovi prodotti RF che creano ancora più versatilità per l’installatore KNX. È importante notare che KNX RF lavora a una frequenza di 868 MHz, rendendola notevolmente più robusta per le comunicazioni all’interno e all’esterno della casa.

Ed eccoci di nuovo a discutere dello spettro elettromagnetico. Il Wi-Fi funziona a una frequenza di 2400 MHz e una visione semplicistica (ma vera) della frequenza è che più è bassa, più facilmente penetra negli oggetti solidi. Questa semplice verità significa che i nostri prodotti KNX RF funzionano meglio (cioè hanno una portata maggiore) in casa rispetto a un tipico router Wi-Fi.

Conclusioni

Sebbene non sia la prima scelta per le nuove costruzioni, l’aggiunta dell’accoppiatore di segmento con KNX Secure come parte dell’offerta RF, lo rende un argomento convincente per una semplice aggiunta ai sistemi esistenti. E naturalmente, c’è un mercato ampiamente non sfruttato nel retrofit per il quale KNX può fornire soluzioni, sia cablate che wireless. Con un po’ di progettazione e pianificazione, qualsiasi casa può diventare una casa KNX.

Simon Buddle CEng MIET, is a consultant for Future Ready Homes, a specialist in BMS and ELV services system design.

www.futurereadyhomes.com

Condividi su facebook
Share
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su linkedin
Share

SPONSORS